Valpolicella e Falconara … a conferma di un buon inizio

Domenica 24 settembre le formiche (U6-U12) sono salpate in quei di Verona, levando le ancore (al pullman) alle ore 5:15 …

Breve pausa all’area di servizio per la colazione dei campioni che la pioggia subito da loro il benvenuto nei pressi di Verona … il torneo parte con 30 minuti di ritardo a causa delle forti precipitazioni, fortuna … così per i nostri eroi c-è almeno il tempo di prepararsi e avvicinarsi ai rispettivi campi da gioco: il viaggio per Verona è sempre lungo e normalmente si arriva al limite dei fischi di inizio …

Per la cronaca la Under12 conferma la posizione dello scorso anno arrivando seconda battuta in finale dal CUS Milano.

Under 10 è in forte crescita, bambini (e bambine) veramente agguerriti in campo, ancora la classifica non da loro il giusto spazio, ma siamo convinti che presto lo farà.

Under 8, i piccoli, giunti in pochissimi al toreo si sono lanciati in ottime partite arrivando alla quarta posizione.

Under 6, presente l’eroe di giornata Nanni (Giovanni) che solo soletto si è aggregato alla formazione di casa tenendo alti i colori delle formiche.

Under 14, ha preso un’altra strada, sveglia più umana, si sono recati a Falconara al torneo GrankioMinuto aggiundicandosi la vittoria dello stesso.

Complimenti a tutte le formiche da tutto lo staff!!!

Vedi le foto:

Formiche a Valpolicella

Ed ora la parola al coaching staff.

U8

Al primo torneo mini rugby della stagione 2017/18 a Valpolicella, si schierano le nostre tre coraggiose Formiche: Giulio B, Giulio M e Mattia.

presto, prestissimo la mattina, i nostri guerrieri con il sorriso e gli occhi pieni di gioia, salgono sul pullman carichi, per affrontare una giornata di sport e di amicizia.

Sui campi già preparati dalla pioggerella e le pozzanghere quà e là, “non mi ci tuffo, no”, le nostre Formiche dimostrano puro e sano divertimento lottando come leoni per conquistare la palla e fare meta, assieme ai loro nuovi compagni di squadra, amici mini di Vicenza.

Dal punto di vista tecnico, solo una critica costruttiva all’organizzazione del torneo: gli spazi per la calorosa tifoseria dovrebbero essere delimitati ed essere mantenuti ad una certa distanza dal rettangolo di gioco, al fine di un corretto rapporto allenatore/giocatore, arbitro/giocatore e soprattutto ai fini sicurezza di gioco. Molte volte, per cause varie (entrata in campo per suggerire come giocare ai bambini, piuttosto che suggerire all’arbitro come fare il suo mestiere) questo rapporto si perde.

Vorrei anche sollecitare la sensibilità dei genitori riguardo all’importanza della partecipazione ai tornei: sono un momento di socializzazione e di festa tra bambini.

Coach Jelena.

U10

Il Valpolicella è un piccolo torneo che sa di casa, senza folle di bimbi e genitori ma riservato a una decina di squadre o poco più per categoria: ma attenzione…siamo in Veneto per cui il livello è pur sempre elevato.

Piove a dirotto i bimbi sono infreddoliti ma vogliosi, per fortuna hanno dormito, devo farli muovere, caricarli…non mi aspetto gran che, non sono entusiasta di come sono andati gli allenamenti fin d’ora. Ma evidentemente tocco i tasti giusti, lottano come i leoni su tutti i palloni e si sostengono a vicenda.

Esce il sole, ci asciughiamo, tra una birra e due chiacchiere guardo i bimbi con soddisfazione mista a gratitudine: non si sono risparmiati e sono usciti a testa alta da ogni confronto.

L’atmosfera è pacata non vi sono isterismi genitori esaltati educatori non educati…scorre il giorno e nel ritorno rifletti che è stato un bel torneo ed una gran bella giornata.

Coach Gianluca.

U12

Una bellissima giornata di rugby anche se accompagnata da condizioni metereologiche davvero impervie.

Le Formiche Pesaro under 12 nonostante il lungo viaggio si sono presentate al torneo di Valpolicella con una grande determinazione e voglia di crescere.

I ragazzi sono stati molto bravi a mettere in pratica le consegne dei loro allenatori Salvatori e Mancini.

Il torneo è iniziato subito con due belle vittorie contro il RAV (Rugby Alto Vicentino) e Asr Milano.

Dopo aver vinto il girone e superata la semifinale, purtroppo, in finale, è arrivata la prima sconfitta di giornata contro un ottimo Milano, squadra ad’oggi più attrezzata dei Pesaresi ma forse anche più riposata.

Le parole degli allenatori:

<Pensando che siamo all’inizio di stagione, ci possiamo ritenere soddisfatti del comportamento e della prestazione dei ragazzi. Sicuramente abbiamo ancora tantissimo da imparare ma abbiamo anche un grande potenziale e tanti margini di miglioramento. La cosa più bella è che i ragazzi stanno venendo in molti agli allenamenti e si applicano con grande dedizione ed entusiasmo, questo ci permetterà sicuramente durante l’anno, di divertirci e di toglierci tante soddisfazioni>

Coach Andrea M.

U14

Torneo GrankioMinuto 2017, prima uscita stagionale dei ns ragazzi e primo trofeo portato a casa. Giornata iniziata presto con il pullman che alle 7.00 è già in strada in direzione MonteMarciano. Quasi,quasi arriviamo prima degli organizzatori ma va bene così,prendiamo un po di confidenza con quello che ci aspetta e poi iniziamo a riscaldarci piano,piano. Finalmente ci dicono i gironi e facciamo il riconoscimento,da lì a poco si entra in campo contro il Fano Rugby sono le 10 circa e la partita va via liscia con mete di Tontini,Tenti (3) e Donati,partita finita 5 mete a 0 per noi. Dopo un’ora e mezza di attesa rieccoci in campo a giocare contro U.R.Anconetana,anche questa partita vinta 6 mete a 0, a segnare sono Zebri (2),Zamagni (2),Tontini e Mercanti al suo esordio in U.14. Eccoci a tavola a consumare un piatto di pasta e merendina aspettando la finale contro i rivali di sempre dello Jesi. Finalmente è giunta l’ora e l’adrenalina è quella giusta,qualcuno poi si deve togliere qualche sassolino della scorsa stagione e qualcun’altro vuol far capire che il passaggio in 14 manco l’ha sentito. Iniziamo a giocare,loro fisicamente in alcuni individui sono grossi e qualcuno veloce ma NOI siamo una squadra che sa giocare, aggredire,placcare e aiutarsi l’uno con l’altro,ed ecco che a metà tempo Tenti segna la prima meta.La partita continua su buoni ritmi e belle giocate e lo Jesi che cerca di rimettersi in carreggiata,nulla da fare a 4 minuti allo scadere è la meta di Mattioli a chiudere i giochi. Gli avversari si buttano in avanti con la testa bassa ma senza idee,la ns trincea regge nonostante la girandola di cambi e al triplice fischio finale un urlo di gioia di tutti per la bella impresa. I protagonisti di oggi sono:- Agostini,Antonioli,Barbadoro,Bisanti,Curci,Dell’Acqua,Donati,Fidanza,Filippetti,Mattioli,Mercanti,Mordini,Paolucci,Rosso,Santini,Scoadavolpe,Tenti,Tontini,Zamagni,Zebri.

Grazie ai genitori che nn hanno fatto mancare il loro sostegno e la gioia di stare insieme.

BRAVE FORMICHE!!! AVANTI COSI’!!!

Riguardo ai ragazzi aggiungo che prima di segnare la prima meta contro il Fano Rugby i ragazzi erano un po smarriti, non tanto quelli del 2004 che sono al loro secondo anno di U,14 ma quelli del 2005 che dovevano assimilare la grandezza del campo e gli spazi da occupare che sono maggiori. Poi una volta presa confidenza e segnato la prima meta tutto è stato più facile, sono uscite fuori le loro individualità tecniche frutto di anni di rugby per molti di loro e per altri l’attitudine a questo sport. La partita che ha emozionato di più è stata la finale contro lo Jesi Rugby, qualche perplessità iniziale, poi dopo il fischio di inizio tutto sembrava andare a ns favore: la nostra aggressività difensiva gli ha messi in difficoltà spegnendo ogni tentativo di attacco e una volta in possesso di palla più volte abbiamo visto la loro metà campo a volte con gioco corale, altre con ripartenze individuali. Il risultato finale mi sembra giusto.

Il gruppo è buono, le individualità ci sono e nessuno si è tirato indietro dalla lotta, c’è da lavorare ancora molto ed è giusto che sia così, dopo un mese non possiamo credere di avere una squadra già formata, i ragazzi devo continuare a prendere confidenza con la larghezza del campo da occupare in fase difensiva ma anche capire che ci sono tanti spazi in mezzo al campo dove “far male” in fase offensiva e soprattutto nell’immediato il lavoro che andremo a fare sarà sul sostegno e continuità.

Ci sarà da divertirsi con queste Formiche!!!

Coach Alberto

Beach Rugby 2017 – aggiornamento iscrizioni

Il Beach Rugby 2017 è alle porte (2 mesi circa al kickoff), lo splendido scenario del Campo di Marte si riempirà di atleti dai 4 ai 17 anni.

Le iscrizioni arrivano, come ogni anno, numerose.

Chiuse le iscrizioni riguardanti le categorie under 8, 10 e 12, rimangono ancora posti, nelle restanti categorie.

 

Le società iscritte:

  • Formiche Rugby Pesaro
  • Pesaro Rugby
  • Nanterre
  • FTGI Rugbby Euganei
  • ASR Milano
  • Primavera Rugby
  • Rugby Frassinelle
  • Amatori Napoli Rugby
  • Rugby Monselice
  • Polisportiva Lazio Junior Rugby
  • ASD Volpiano Rugby
  • Seregno Rugby
  • Sesto Rugby

Articoli collegati

Torneo Noceto “Colla de Sensi 2017” – Formiche intrapprendenti

Domenica 02 aprile 2017 per la compagine giallo-rossa è giorno di torneo … ci si sveglia prima dell’alba, la partenza è prevista per le 5:15 del mattino …

Ore 5:00 in via Ponchielli si avvistano piccoli occhietti addormentati … pronti … pullman in arrivo è già ora di salire, niente caffè per genitori ed accompagnatori … troppo presto anche per la pasticceria …

Arrivo a destinazione, come al solito, con tempi stretti, cerca lo spogliatoio … e subito in campo … ore 9:15 tutte le  Formiche in campo nelle rispettive categorie …

Ottime le prove sostenute da tutte le categorie presenti (ad eccezione dei piccoli della Under 6 in riposo questa domenica), under 8, under 10 e under 12.

Il piazzamento migliore spetta ai più grandi … gli indomabili Under 12 decidono di salire sul gradino più basso del podio, aggiudicandosi un prestigioso 3° posto in un agguerrito torneo come quello di Noceto.

Complimenti a tutti giocatori, coaching staff, accompagnatori e genitori al seguito … arrivederci al prossimo torneo.

Torneo Noceto “Colla de Sensi 2017” – Formiche U12

« 1 di 9 »

Nanterre tour 22-27 marzo 2017

Formiche Rugby Pesaro a Nanterre,

22 – 27 marzo 2017

Un grande successo

 

Anche questa esperienza della Under 12 delle Formiche Rugby Pesaro a NANTERRE si è rivelata un successo; una grande esperienza per i piccoli giocatori pesaresi che, anche in questa occasione, erano guidati dai Consiglieri-Accompagnatori Savino Curci e Andrea Giorgini e seguiti da numerosi genitori e familiari.

Dopo 16 ore di bus i ragazzi sono stati accolti dalla Responsabile delle Relazioni Internazionali del Comune di Nanterre, Fulvia Cugini e dallo Staff del Racing Rugby Nanterre guidato dal Presidente Marc Chevallier. Sistemati nelle loro stanze all’interno della Boule e dopo aver pranzato i ragazzi sono andati incontro alla loro prima emozione parigina: la visita al centro di allenamento del Racing ’92 e l’incontro con alcuni giocatori: Eddy BEN ARUOUS, Benjamin DAMBIELLE, Brice DULIN e Camille CHAT, l’autore della meta al 100°, gli  spogliatoi e la club house privata dei giocatori, i luoghi dove di preparano e le sale dove recuperano le fatiche e gli infortuni ma il momento più bello è avvenuto quando Ronan O’GARA,  apertura dell’ Irlanda, recordman di punti nel 6 Nazioni e attuale vice allenatore del Racing ‘ 92 si è incontrato con loro , con grandissima disponibiltà e simpatia, ha posato con loro per numerosi scatti fotografici, affinchè restasse in loro un ricordo tangibile della loro visita; tante domande a Ronan che, in francese e in inglese, ha risposto alle domande dei nostri ragazzi e tantissimi autografi sulle maglie delle Formiche del Grande Campione irlandese, un grande ed umile interprete dello spirito rugbystico.

Poi la divertentissima giornata passata, in libertà, nel parco divertimenti di Eurodisney; una giornata intensa e divertente, che ha permesso ai nostri ragazzi di cimentarsi in tutti i giochi del più grande parco giochi d’Europa.

E alla sera hanno potuto vivere l’emozione di una visita della Parigi notturna, con un passaggio nei luoghi più significativi della Ville Lumierè.

Infine, per non farsi mancare nulla, una bella ed emozionante visita alla Tour Eiffel che, di notte, offre una suggestione particolare ed una vista della città illuminata, che ha lasciato piacevolmente sorpresi i ragazzi e, certamente, rimarrà indelebile nella loro memoria.

Sabato è stato il giorno del Grande Match di Top 14 Racing ’92- Clermont; si sono recati a Lille per assistere, ospiti del Racing ’92 Paris, ad un grande match, fondamentale per la definizione della classifica e per le qualificazioni alla fase finale del Campionato di Francia Top 14.

Tifando per il Racing ’92 hanno visto una grandissima partita e, alla fine, trovato soddisfazione nel successo dei loro beniamini sul Clermont. Partita tiratissima ed indecisa sino alla fine, che ha visto una netta supremazia nel primo tempo ( 20 – 0 ) del Racing ’92 ed il furioso ritorno del Clermont nel secondo. Goia collettiva al fischio finale, col punteggio finale di 27 – 24 per il Racing ‘ 92 e corsa in campo per salutare ed abbracciare tutti i giocatori, protagonisti di un grande match di Rugby.

Domenica è stata il giorno dove i nostri ragazzi sono stati decisamente attori  protagonisti;

nel torneo appositamente costruito per loro e con ospiti 5 squadre di ottimo livello dell’Ile de France e del 92 dipartimento Hautes de Seine, i nostri ragazzi hanno potuto, dopo un iniziale difficoltà dettate dalle regole diverse di gioco attuate in Francia per a Under 12,  esprimersi al meglio e mostrare un gioco brillante, continuo e concreto che, oltre a mettere in mostra alcune spiccate individualità ed abilità personali, ha permesso di segnare tantissime mete ad avversari ben più blasonati, ricevendo, negli ultimi match in programma, il caloroso tifo di compagini avversarie, già sonoramente battute dai nostri.

Alla fine si sono meritati il lungo applauso di tutti i partecipanti al torneo ed il ringraziamento per il gioco espresso con incluso l’invito a mantenersi in contatto per il futuro con l’utilizzo dei social media e degli strumenti consueti in auge tra gli adolescenti; creare legami da coltivare è uno degli obiettivi che ci si prefigge con queste iniziative, non solo gioco ma conoscenza e interazione.

Carino ed importante è stato l’apprezzamento del Sindaco di Nanterre, Patrick Jarry, già giovane calciatore che ha ricordato di essere stato tra i primi fruitori del gemellaggio tra Pesaro e NANTERRE venendo a Pesaro nel lontano 1970; disponibile a raccontare i ragazzi la sua esperienza di sportivo e di Sindaco e nel voler partecipare alle foto di gruppo coi nostri ragazzi.

Significativo che tutto il tempo a sua disposizione il Sindaco lo abbia trascorso a fare il tifo per i nostri ragazzi e, tra una partita e l’altra, a parlare con loro salutandoli con una foto di gruppo.

Di notevole il terzo Tempo offerto del Racing Rugby Nanterre ai nostri ragazzi ed ai loro numerosi genitori al seguito che ha visto come protagonista assoluta l’Assessore allo Sport Rosy Stanislas, che ha preparato alcuni aperitivi tipici elle Antille ( luogo di sua origine ) e numerosi deliziosi piatti tipici per la soddisfazione di tutti i commensali.

Pomeriggio di festa con partita informale di rugby con i coetanei di Nanterre e concluso con una visita al centro di Parigi e con un approfondita e rilassante visita alle meraviglie del Museo del Louvre.

Dopo la cena, il riordino del luogo che è stata la loro casa per quattro giorni, i saluti alla disponibilissima Dirigente del Comune di Nanterre che li ha assistiti in ogni momento di necesità, l’inizio del lungo viaggio per il rientro a Pesaro.

Certamente faticosa, soprattutto per gli accompagnatori Savino e Andrea, ma sicuramente una bella esperienza per tutti i ragazzi che da questa esperienza porteranno dentro di loro non solo emozioni sportive, divertimento ma anche la consapevolezza che la conoscenza è un bene importante e la frequentazione di altri ragazzi con abitudini e lingua diverse dalla nostra, anche attraverso un gioco come il rugby, permetterà loro di crescere senza barriere culturali ed essere i migliori testimoni di una Europa senza confini, unita ed integrata.

Gabriele Del Monte

Capogruppo delle FORMICHE a Nanterre

img-20170312-wa0004

« 1 di 11 »

Torneo Vasari Arezzo 2017 – Under 12

Primo torneo 2017 per le Formiche … ottimo il comportamento in campo e durante tutta la trasferta come ribadito a fine gara e in clubhouse da coach Azzolini.

Secondi classificati …

« 1 di 8 »

Under14 Concentramento del 05-03

 

Giornata positiva per quello che riguarda la presenza degli atleti al concentramento….per la prima volta entrambe le formazioni hanno avuto in panchina 3 elementi di rinforzo per un totale di 32 giocatori presenti….

Formazione 2003 – Città di Castello/Arezzo

17191473_1862594807286123_4695618771722869452_n

Purtroppo non bene la formazione del 2003, nelle giornate precedenti  i ragazzi, con gioco frizzante e in velocità avevano annichilito la formazione del Perugia per ben due volte, quest’oggi invece hanno registrato un notevole passo indietro.

Merito anche della formazione ospite mista Arezzo/Citta di Castello non invincibile, ma dotata di alcune buone individualità e di una notevole grinta e determinazione, che ha da subito aggredito i nostri, i quali non sono stati capaci di reagire adeguatamente.

Gli avversari ci hanno messo in difficoltà su un aspetto soprattutto, la velocità, aspetto che invece stranamente ci appartiene. Alcune mete degli ospiti sono nate da pressione sui nostri portatori con recupero repentino del pallone e conseguente segnatura.

Quello che preoccupa gli allenatori, al di sopra di tutto, è l’ incapacità dei ragazzi di saper leggere le situazioni, capacità che avrebbe permesso di segnare altre mete, incanalando la partita in altra maniera……e l’inadeguatezza con cui sono stati portati gli attacchi, anche con la superiorità numerica, infatti  invece di avanzare correndo, fissando e muovendo il pallone al momento giusto i ragazzi si limitavano a passarsi il pallone da fermi, agevolando la difesa avversaria che non doveva far altro che scivolare e recuperare.

Naturalmente il mea culpa lo dobbiamo fare anche noi allenatori…..probabilmente non siamo capaci di passare le informazioni giuste…. vedremo i prossimi giorni di lavorare assieme su questi aspetti.

Nota positiva da sottolineare la bellissima azione che ha portato alla nostra seconda segnatura……sulla linea dei ventidue avversaria, un calcio passaggio preciso dell’apertura dietro la linea dei difensori ha portato l’estremo ha segnare una meta fra i pali….meta da alti livelli.

 

Formazione 2004 – Gubbio/Orvieto

17190737_1862588073953463_2336375952504027785_n

Non brillante come al solito, ma estremamente pragmatica la prestazione della formazione del 2004. Contro avversari forse meno dotati tecnicamente ma più grintosi e più grossi fisicamente i nostri hanno portato a casa l’ incontro utilizzando le armi della velocità, e della determinazione e perché no, una buona tecnica personale divertendo come al solito il pubblico locale presente.

Beach rugby 2017 modifica data

BEACH RUGBY 2017:
comunichiamo che a causa di problemi burocratico – organizzativi INDIPENDENTI dalla nostra volontà le date vengono anticipate a: SABATO 17 e DOMENICA 18 GIUGNO….
Contiamo di avervi numerosi come tutti gli anni per chiedere sulla spiaggia la lunga stagione sportiva !
Vi ricordiamo che per qualunque informazione e per iscrizioni è attivo un indirizzo email dedicato al beach

beach@formicherugbypesaro.it

A presto….

Risultati positivi in terra Umbra

16681971_1855292854682985_5081510055084762858_n

16807676_1855293541349583_530466937491932216_n

Domenica 19-02 le due formazioni under 14 delle formiche rugby Pesaro si sono recate in quel di Perugia proseguendo con il percorso dei concentramenti di categoria.

La novità è che per la prima volta dall’inizio della stagione i nostri atleti si sono incontrati con squadre di un’altra regione, l’Umbria….

Il Comitato Regionale Marche in accordo con quello Umbro ha pensato di allargare la possibilità alle proprie squadre di fare esperienze diverse, incrociando le formazioni delle due regioni.

Il Pesaro domenica ha incontrato così, con la squadra rossa (2003) il Perugia, mentre con la squadra gialla (2004) in un triangolare il Gubbio e L’Orvieto.

 

Squadra Rossa (2003)

Quasi al completo la squadra del 2003 ha fornito finalmente un’ottima prestazione dopo un paio di preoccupanti giornate in calo.

Al pronti via quest’oggi i ragazzi hanno sfoderato una prestazione degna di nota, con tanta grinta sui punti di incontro e buone azioni alla mano in velocità, con un buon numero di palloni passati senza che cadessero dalle mani come invece succedeva ultimamente.

Annichiliti gli avversari del Perugia con 4 mete nel primo tempo e 2 nel secondo tempo, frutto di bellissime azioni corali di tutta la squadra.

Ad essere sinceri un pochino di calo di intensità nel secondo tempo si è visto, permettendo agli avversari di siglare due mete, e questo ha dato ai tecnici uno spunto di riflessione per lavorare in settimana, in attesa dell’appuntamento di domenica prossima.

Naturalmente anche altri gesti tecnici devono essere migliorati, come una maggior cattiveria agonistica sui punti di incontro, e una presenza maggiore dei sostegni in tutte le azioni di gioco, sia al largo che sullo stretto, e non a sprazzi, come invece è avvenuto.

A fine partita ai ragazzi è stato fatto notare che proprio in quegli sprazzi, in quei momenti dove il sostegno interveniva più consistente sono arrivate le mete.

Da sottolineare alcune occasioni dove ci sono stati dei bellissimi raddoppi da parte di alcuni elementi che hanno permesso di avere quella superiorità numerica letale per l’avversario.

Risultato finale :

Formiche Pesaro Rosso 36 – Perugia 12.

Contenti oggi i Tecnici De Angelis, Federici e Ricci che hanno fatto i complimenti ai ragazzi.

 

Squadra Gialla (2004)

Nessun calo di intensità invece per i ragazzi terribili del 2004….. anche se mancanti di alcuni titolari, in ambedue i mini incontri con Orvieto e Gubbio, hanno sfoderato un’intensità tale, che gli avversari non sono riusciti mai ad entrare in partita, subendo quasi costantemente, e anche se i rivali disponevano di una maggior prestanza fisica, i nostri, con numerosi placcaggi e con recuperi hanno sempre bloccato sul nascere le loro velleità.

In una occasione addirittura le nostre Formiche hanno tenuto botta ad un attacco avversario sulla linea dei 5 metri per alcuni lunghissimi minuti, rintuzzando tutti gli attacchi con placcaggi e vigore agonistico, per poi, una volta riusciti a uscire dalla situazione difensiva andare a segnare dall‘altra parte.

Anche in questo caso però occorre appuntare alcuni problemi tecnici su cui lavorare, i più importanti sono quello della salita difensiva che deve essere più ordinata e strutturata……e la ricerca degli spazi sia in attacco che in difesa.

Risultati finali:

Formiche Pesaro Giallo 28 – Orvieto 0

Formiche Pesaro Giallo 29 – Gubbio 0

16807674_1855292821349655_8915612172823307971_n

 

L’UNDER 12 COPIA L’UNDER 14

 

C’è grande fermento ed entusiasmo all’interno delle Formiche Rugby Pesaro, più precisamente per ciò che riguarda la categoria Under 12.

Dato l’alto numero di atleti iscritti, fra vecchi e nuovi e grazie anche all’apporto numerico dei giocatori dei Falchi di Montecchio allenati dal tecnico tuttofare Ivan Federici, la società ha ritenuto opportuno, già da tre concentramenti fa, presentare due formazioni.

Il progetto, partito inizialmente come esperimento con l’Under 14, è creare, se possibile, due formazioni per categoria, divise per annata a dare continuità nei passaggi di categoria , continuità che è linfa vitale di una società in salute come lo è sempre stata quella delle Formiche Rugby Pesaro.

Per cui ai concentramenti, gli atleti sono stai separati in due formazioni,caratterizzate fra le due annate 2005 e 2006.

C’è curiosità e soddisfazione attorno a questo progetto, ma anche con un po’ di perplessità, questo perché, a livello di risultati, si è avuto, almeno inizialmente un calo …..sono arrivate a livello regionale alcune sconfitte o vittorie con basso margine, cosa che non succedeva da tempo….

La società vuole rasserenare l’ambiente, è cosciente che poteva avvenire ciò, la ripartizione di abilità e capacità tecniche che prima erano compattate in una sola formazione inevitabilmente comportano un pochettino l’abbassamento del livello generale.

E quindi è ottimista, come è avvenuto per l’Under 14,fiduciosa nel lavoro dei Tecnici Domenico Azzolini e Manuel Shaho, e nell’entusiasmo dei ragazzi, il livello qualitativo della maggior parte degli atleti, si alzerà sensibilmente creando un gruppo compatto e pronto per il salto di categoria.